Extra

Musica

Caparezza : Cover, Testo e Interpretazione

Mercoledì, 05 Marzo 2014 20:18

Caparezza è tornato! Dopo 3 lunghi anni di attesa per i suoi fan, è arrivato "Museica", uscito il 22 Aprile in Italia nei negozi di dischi!

Ma, come ci aveva abituato a fare, Salvemini ci ha svelato in anteprima il primo singolo estratto dal CD, "Cover"! Avete sempre desiderato un calderone dove veder chiarite tutte le citazioni del Capa? Volete dare un senso compiuto a canzoni che fate fatica a comprendere? Seguite la sezione musica del nostro sito, dove troverete l'interpretazione di tutte le canzoni di questo nuovo album! Cominciamo con Cover!

Potete godervi anche la lettura delle interpretazioni di Non me lo posso permettere, Giotto Beat , Mica Van Gogh  Fai da Tela e è tardi!

 

In principio era il verbo, gerundio, Innuendo,
Il giocoliere dei pianeti in pieno allenamento, 

Caparezza unisce attraverso "gerundio" la prima parte del verso, citazione tipicamente biblica, con la prima Cover del testo, Innuendo dei Queen, 1991, la cui copertina è proprio un giocoliere di pianeti. 

 

creò la terra, fragile come quella degli Yes,

Trova un senso la citazione biblica del primo verso, si parla della Genesi: Il giocoliere dei pianeti, Dio, ha creato una terra Fragile, come nel disco degli Yes!

 

Leggenda come Bob nel very best.

Dio ha creato un luogo destinato a diventare leggenda, anzi, la casa di tutte le legende, come Legend, l'album postumo con tutte le canzoni più famose di Bob Marley and the Wailers. Oppure il lemma leggenda vuole essere una critica al creazionismo tutto? Quindi che sia leggenda il biblico racconto della creazione della terra da parte di Dio? ( grazie della segnalazione a OsiaN dal blog ufficiale di Caparezza)

 

Poi l'uomo e la donna nudi Two Virgins,
9 mesi e l'ostetrica: "Su, spingi!"

Quindi il nostro Capa ci parla della creazione dell'uomo e la donna, ovviamente nudi, come nella copertina del primo album da solista di John Lennon insieme a Yoko Ono, "Unfinished Music no.1, Two Virgins"; ed ecco il secondo verso del pezzo senza citazione, con il racconto della nascita di un ipotetico Caino, essenzialmente per ragioni di rima.

Dal piacere sconosciuto e condiviso,
il mio cuore pulsa come la pulsar dei Joy Division.

Questo è uno dei versi capolavoro del brano: dal piacere sconosciuto e condiviso, quello del sesso riproduttivo, diventa "Unknown Pleasures", album dei Joy Division, la cui copertina ( cover) è il primo pulsar della storia. CP 1919. Applausi.

Il parto nella piscina è andato bene, sai?
Ci ho trovato pure il dollaro di Never Mind.

Nasce questo ipotetico pargolo, in una piscina, quella della copertina del disco "NeverMind" dei Nirvana, in cui appunto troviamo un neonato che nuota, e un dollaro, aggiunto da Kurt Cobain alla già provocatoria Cover.

Per i fumetti il primo dei miei tragitti,
signora Janis mi dia le strips di Cheap Thrills!

Ogni distico di questo brano è un capolavoro: il bambino cresce e si interessa ai fumetti, un fumetto è la copertina di Cheap Thrills, l'album di Big Brother and the Holding Company con Janis Joplin. Ma la copertina originale di quest'album era una foto di tutti i componenti della band nudi su un letto: ecco perché le "mi dia le strips"! Tra l'altro deduciamo anche le prime esperienze autoerotiche del protagonista del brano. E deduciamo anche, grazie ad Alessio Savina, la prima ambizione del nostro Capa, che, come noto, voleva diventare un fumettista. 

In classe mangio una banana che mi dà,
quindici minuti di notorietà, Underground Velvet.

Le prime esperienze a scuola del pargolo di "Cover": come i ragazzetti che si filmano mentre mangiano una banana per avere mi piace su Facebook, così la banana di Andy Wahrol disegnata per il disco "The Velvet Undergorund and Nico", che nella prima produzione era un adesivo: togliendolo si poteva scorgere una banana rosa, simbolo eroticamente fallico. Inoltre, Il nostro Capa cita una celebre frase di Wahrol - per la cronaca anche produttore artistico degli UV: " In futuro, ognuno avrà 15 minuti di notorietà". ( grazie della correzione a Giuliano Mormone)

Foto di gruppo, ma non vedrai rappers, 

Piccola anticipazione tipica del buon Capa, il vero capolavoro metaforico si trova nel secondo dei versi di questo distico, ma diciamo che la citazione a "Foto di Gruppo", album del 1998 di Bassi Maestro ( rap per i meno esperti), rappresenta un gustoso antipasto. ( grazie della segnalazione a Kevin Boulos). 

Daniele Porcu, che ringraziamo assieme a Matteo Dedoni, ci ha mostrato il vero significato di questo controverso verso. Bassi Maestro, nel suo remix di Foto di Gruppo in featuring con Fabri Fibra, dice :"e alla radio cosa abbiamo adesso? Caparezza e Frankie-HI-NRG no? Solo questo ok, tutto il mio rispetto ma questo è solo rap non hip-hop e suona pure vecchio". Di qui la risposta tipica dell'ambiente rap fatta a ritmo di versi!

la mia scuola si chiama Sergent Pepper's. 

A scuola sono di rito le foto di gruppo, la copertina dell'ottavo album dei Bealtes "Sergent Pepper's Lonely Heart Club Band" è una vera e propria foto di gruppo della band di Liverpool con tutti i personaggi che più hanno ispirato la loro vita e la loro produzione. Ecco, nella ipotetica foto di gruppo di Caparezza, non potremmo trovare rappers, perché i riferimenti culturali e artistici di Caparezza sono del tutto lontani dal genere in cui ancora molti cercano di circoscriverlo. La sua scuola è quella di Sergent Pepper's!

Ritornello:
Cover, 
I was born and I grew up, 
I was there under the Cover
I raise my hands and I realize
that all my life was on a Cover

Tutte le citazioni delle copertine di questo brano, Cover, trovano un significato di critica sociale, come in tutte le canzoni di Caparezza, nel ritornello: tutta la vita della maggior parte degli abitanti di questa terra è nascosta sotto una patina opaca, quella dell'inoriginalità; viviamo sotto la coperta delle esperienze di chi è più grande di noi, i grandi artisti, i grandi personaggi, e per cercare gloria tentiamo di copiarli. Una critica tagliente al fenomeno delle Cover Band, più richieste di quelle che scrivono pezzi loro; una osservazione ferocemente veritiera, la nostra vita è un ripetersi ossessivo di ciò che è già stato, quasi un eterno ritorno nicciano. 

Crescere diventa una tortura come col Vodoo,
ho gli occhi del ragazzino di War, U2. 
meno sognanti, più disillusi, più tristi.

Continua la vita del pargolo di Cover, e crescere diventa una tortura come la pratica afro del Vodoo. Caparezza continua le citazioni delle copertine degli album, ed ecco la copertina di War degli U2, in cui un bambino mostra i suoi occhi disillusi e tristi nei confronti dell'orrore della guerra.

 

Il mondo mi dà le spalle come Bruce Springteen.

La vita dell'adolescente è dura, la vita e il mondo danno le spalle a chi è in difficoltà, come Bruce Springsteen nell'album "Born in the Usa". ( grazie della correzione a Marco Melaranci)

Paura del mondo che non cede,
demoni sugli alberi come gli Iron Maiden.

Oltre a dare le spalle, il mondo dell'adolescente di cover mette paura, è buio e oscuro: i demoni del terrore di vivere si manifestano al giovane come quello dell'album " Fear of the Dark" - paura del buio appunto- del 1992 degli Iron Maiden.

 

Nella dannata adolescenza che ora mi dipinge
come un cazzone con i jeans Sticky Fingers.

Il giovane danna la sua adolescenza, e nella parola polisemantica "cazzone" si esprime il capolavoro di questo distico: cazzone in gergo vuol dire nullafacente, persona poco seria e sempre pronta all'ozio e al divertimento - come del resto sono "dipinti" tutti gli adolescenti oggigiorno- ma è anche l'accrescitivo di cazzo; infatti troviamo una raffigurazione di un grosso fallo racchiuso nei jeans nella copertina dell'album Sticky Fingers dei Rolling Stones, ancora ad opera di Andy Wahrol. 

 

Tutto ciò che so
è che bramo il microfono dell'Eminem Show.

L'adolescente di Cover cresce e comincia a desiderare il successo dei suoi idoli, come già anticipato nella esegesi del ritonello; il giovane comincia a bramare le luci dei riflettori, tutte puntate sul microfono nella copertina dell'album "The Eminem Show" del 2002.

 

Suonare musica per le masse
da casse rosse come quelle dei Depeche Mode.

Il cantautore pugliese usa l'alliterazione della S per evidenziare il desiderio crescente del giovane di diventare un idolo, un simbolo per le masse, come l'album "Music for the Masses" dei Depeche Mode con gli altoparlanti rossi in copertina.

Fare concerti così fighi che li rivedrei,
tra rock e circo Doors Strange Days

Questa parte di Cover è meno interessante dal punto di vista semantico e letterario, ma è molto efficace per le rime e la musicalità delle parole, citati anche i Doors che nella copertina dell'album "Strange Days" mescolano rock e circo.

 

Hot Rats, capelli ricci, da dove sbuchi?

Aumenta il ritmo delle citazioni, tanto che è difficilissimo seguire l'andamento del testo, ma ci siamo qui noi appositamente! Qui si cita il disco "Hot Rats" dell'idolo del Capa, Frank Zappa, per il quale la copertina è appunto rappresentata da Zappa che sbuca da una piscina!

Non lo so, ma sono esploso, Green Day, Dookie.

Non si sa da dove è sbucato il buon Caparezza, ma sappiamo che è esploso con Fuori dal Tunnel, Verità a Supposte, come esplode la città nella copertina dell'album "Dookie" dei Green Day. 

Ritornello.
Gli adulti sono grassi e malinconici,
spesso prendono granchi più dei Prodigy.

La terza fase della canzone è dedicata all'età adulta, e non può che essere ancora più disfattista e malinconica delle prime due. Gli adulti sono brutti, sbagliano, e quando sbagliano spesso è difficile rimediare, e prendono granchi come nella copertina dell'album "The Fat of the Land" dei Prodigy, ( fat-grassi).

Ma io mi spezzerei la schiena in ogni kermesse, 
pur di fare un passo avanti come i Madness.

La vita dell'artista ormai adulto è dura, ogni situazione è propizia per fare anche un solo piccolo passo avanti, come nella copertina dell'album "One Step Beyond" - appunto un passo avanti- dei Madness. 

 

Ho un bel sound, ma poi lo perdo, 
e passo l'estate a dar da mangiare alle capre, Pet Sound. 

Caparezza ci mette del suo in questo distico, criticando l'album Pet Sounds dei Beach Boys, che fu uno degli album meno venduti anche se tra i più apprezzati dalla critica britannica, di cui il titolo viene proprio dal fatto che nelle prime demo c'erano numerosi versi di animali. Ci sta dicendo - con Cover- che i BB hanno perso il loro sound caratteristico con questo album? E che è tipico di molti band e artisti perdere il proprio mood?

 

Infelice mi imbarco in uno di questi Boeing, 
che si schianterà pilotato dai Beastie Boys.

Poco da commentare su questo distico, la canzone sta perdendo la straordinaria carica metaforica delle prime due strofe, rimangono le straordinarie skills di Salvemini nel citare le più disparate copertine, ecco infatti "Licensed to III", l'album dei Beastie Boys con ii Boeing in copertina.

Infatti perde quota e qui rischio, 
l'espressione del primo disco dei King Crimson.

La paura dell'adulto che ha iniziato il progetto sbagliato e vede precipitare le sue ambizioni è raffigurata dall'espressione del primo disco dei King Crimson, "In the Court of the Crimson King".

Mi metto a pregare, ma dall'84 il mio angelo è fuori a fumare,
con i Van Halen.

Non resta che pregare all'adulto, ma nemmeno il suo angelo custode lo assiste, visto che è fuori a fumare come nella copertina dell'album "1984" dei Van Halen.

 

Casomai mi cercaste, sono tra le carcasse di Master of Puppets.

Termina la vita dell'artista, e troviamo la bara del protagonista di Cover tra quelle dei morti in guerra di "Master of Puppets" dei Metallica.

Come uno spettro veglierò su di voi
dalla faccia oscura della luna dei Pink Floyd. 

La canzone non muove solo nella sfera della vita terrena dell'artista disperato, ma anche in quella ultraterrena: anche da morto, il protagonista di Cover continua a vivere del riflesso dei suoi idoli, continua ad essere il riflesso di una vita che non è sua, non è originale, ma è solamente il tentativo di plagio di quelle altrui.

E come chiudere questa splendida canzone se non con uno degli album più belli della storia della musica, " The Dark Side of the Moon" dei Pink Floyd. 

Vi ringrazio per l'attenzione, e spero che vi abbia interessato e vi abbia stupito questa lunga e sorprendente esegesi del primo estratto dall'album "Museica" di Caparezza, "Cover"!

Contatti: Non esitare a contattarci

Via Innocenzo XII 46-48
Ariccia RM 00072

Contatti: Non esitare a contattarci