Extra

Dal 5 febbraio al cinema "Leoni", opera prima di Parolin con Marcorè e Piera Degli Esposti

Sabato, 31 Gennaio 2015 15:47

Avete sfiducia verso i tanti bandi regionali? Andatelo a raccontare a Pietro Parolin che grazie a quello della Regione Veneto del 2012 “Analisi, studio e diffusione di opere culturali e multimediali giovanili” ha sfornato la sua opera prima al cinema in uscita il 5 febbraio prossimo distribuito da Bolero Film.

“Leoni”, questo il titolo della commedia made in Veneto che vede nel cast Neri Marcorè, Piera Degli Esposti, Stefano Pesce, Anna Dalton, è un esperimento riuscito. All’anteprima stampa della scorsa settimana era presente il cast al completo e Radio Libera Tutti era li per voi.

Gualtiero Cecchin, un redivivo Neri Marcorè, è il rampollo dell’aristocratica famiglia Cecchin. Ha sempre avuto disponibilità economica senza mai doversi sforzare. Ora che il capo famiglia non c’è più e con esso le fortune di famiglia vanno esaurendosi, il timone è passato Mara Cecchin, la fantastica Piera Degli Esposti. Il suo personaggio è un affresco fortunato, in chiave comica, della mater familias. Allettata dagli acciacchi  degli anni è ancor più un tutt’uno con la Tenuta Cecchin. Grinta, altezzosità e battute che accettano l’interlocutore sono il frutto di una gradevole sceneggiatura opera di Parolin insieme Mario Cristiani e Andrea Fazzini, poi è l’attrice due volte premiata col David di Donatello a fare la differenza costruendo un personaggio “grintoso morbido” per usare le sue parole.

Quando la madre di Gualtiero si mostra restia ad elargire gli ultimi spicci in cassa, questo tenterà la via imprenditoriale con l’idea di produrre i primi crocefissi in plastica riciclata, sfruttando al meglio i contatti di famiglia con la Curia Vescovile.

I fondi per avviare l’impresa va a cercarli da un piccolo camorrista trapiantato in veneto con le conseguenze facilmente immaginabili. La sorella di Gualtiero è una brava Anna Dalton nei panni di una maestra liceale tutta compressa nel suo ruolo. Rinunciataria e in balia di un marito che non vuol crescere (Stefano Pesce) e lacerato dalla inimicizia totale verso Gualtiero potrebbe esplodere da un momento all’altro.

 

La commedia, che facendo un salto nel tempo rimanda agli echi di Germi di “Signore e signori”, è una ventata d’ossigeno nella commedia italiana che si ripete sterilmente da un po’ di stagioni.

Il merito del film è di riuscire a non calcare mai nessun personaggio rendendolo  pura macchietta, un vizio ormai assai frequente. La scelta dell’uso del dialetto veneto non è spinto alle estreme conseguenze e anche i protagonisti, a seconda della loro estrazione, ne fanno un uso accorto. Sembra una cosa scontata ma credetemi, non così tanto vedendo tanti precedenti.

Le vicende dei personaggi hanno il pregio, pur restando nel solco della commedia d’essere credibili, e le prestazioni degli interpreti sono un valore aggiunto su un canovaccio ben congeniato. Per essere un opera prima non posso che parlarne bene. Nulla di memorabile, ben intesi, ma il film si fa guardare senza stentare e divertendo.

Solo un appunto, più che Leoni, questi Gualtieri, non sono forse delle piccole Iene? Buona visione, incoraggiate le nuove leve!   

 

       

 

CAST TECNICO

 

Regia e Soggetto: PIETRO PAROLIN

Sceneggiatura: PIETRO PAROLIN

con la collaborazione di MARIO CRISTIANI e ANDREA FAZZINI

Fotografia : LUCA COASSIN (A.I.C.)

Montaggio: DAVIDE VIZZINI

Musiche originali : LORENZO TOMIO

Scenografia: MAURO VANZATI

Costumi:  MARY MONTALTO

Produttore esecutivo: ELISABETTA BRUSCOLINI

Prodotto da: CSC PRODUCTION            

 

CAST ARTISTICO

 

Gualtiero Cecchin: NERI MARCORÈ

Mara Cecchin: PIERA DEGLI ESPOSTI

Alessio Leopardi: STEFANO PESCE

Elisa Cecchin: ANNA DALTON

Gennaro: ANTONIO PENNARELLA

Emma: CRISTINA D’ALBERTO

Tiziano Cecchin: PAOLO BESSEGATO

Martino Cecchin: PIERPAOLO SPOLLON

Vescovo Carli: MICHELE DE MARCHI

Irinca: HELENE OLIVI BORGHESE

Sorelli: ANDREA PENNACCHI

Preside: LUCA KLOBAS

Commissario: PIERALDO GIROTTO

Paolo Bortoli: ROBERTO GUDESE

Chun Mei: LIYU JIN

 

Contatti: Non esitare a contattarci

Via Innocenzo XII 46-48
Ariccia RM 00072

Contatti: Non esitare a contattarci