Extra

“MassiSchermo”: la paradossale comicità di Massimo Bagnato

Sabato, 16 Dicembre 2017 08:41

Lo spettacolo dell’attore romano approda al Teatro Fonderia delle Arti: tra nonsense e alzate di mano, Massimo Bagnato rovescia la figura del comico moderno

Avete presente quelle serate estive passate in allegria con amici, durante le quali ognuno racconta un aneddoto o una storia divertente, che ti lasciano col sorriso stampato in faccia?

Bene: lo spettacolo “MassiSchermo” ti stampa quella risata sul viso dall’inizio alla fine, senza inchiodarla con la forza, ma inducendola con le buone. Tutto questo si svolge in un clima conviviale, dove la quarta parete non esiste e tutti si trovano al capotavola.

Massimo Bagnato non porta in scena siparietti di vita quotidiana che fanno ridere, come amano fare gli altri comici; Massimo Bagnato allunga la comicità come un elastico, portandola a livelli di nonsense e paradosso così eclatanti da non far distogliere neanche un attimo lo spettatore dal suo modo di intrattenere.

Come in un inseguimento, chi vede lo spettacolo deve rincorrere la fervida mente di Massimo Bagnato, che si insinua in situazioni al limite della credibilità, sfociando sempre nell’autoironia, caratteristica che rende questo comico unico nel panorama teatrale.

Un maxischermo, poi, intervalla lo spettacolo con i video più divertenti del comico romano: fattore che rende la rappresentazione più fluida e meno statica.

Io faccio cose che essenzialmente mi fanno ridere”, racconta Massimo Bagnato ai nostri microfoni. La televisione ha aiutato molto il comico nella sua carriera, ma questo gli ha dato una “responsabilità maggiore: se fai televisione non è detto che tu sia bravo e per questo non puoi tradire il pubblico che ti viene a vedere a teatro”.

“Rispetto ai tempi della televisione ho anche limato l’uso dell’alzata di mano”, continua Bagnato parlando del tormentone che lo ha reso celebre ai tempi di Zelig, “per non risultare stucchevole”.

Io nasco come comico che si disinteressa della risata”, conclude Bagnato, “e la mia comicità nonsense non ha bisogno della grassa risata: mi piace il ritmo, ma non lascerei mai lo spettatore troppo tempo con cose che non fanno ridere”.

MassiSchermo” sarà in scena al Teatro Fonderia delle Arti di Roma sabato 16 dicembre 2017 alle ore 21 e domenica 17 dicembre 2017 alle ore 18 e alle ore 21.

Maurizio Costa

 

Contatti: Non esitare a contattarci

Via Innocenzo XII 46-48
Ariccia RM 00072

Contatti: Non esitare a contattarci