Extra

MASLENITSA : IL CARNEVALE DEI PAESI SLAVI

Lunedì, 24 Febbraio 2014 10:20

Il Carnevale nei paesi slavi ha un particolare nome e significato: Maslenitsa ( o Maslenitza, da Ма́сленица), la festa che saluta l'inverno e accoglie la primavera, la festa dove il vecchio brucia e lascia spazio al nuovo.

Nella tradizione slava, Maslentisa è la festa di fine inverno, che per le popolazioni antiche terminava a Febbraio, ed è una festa popolare di origine pagana, contaminata in seguito dalla religione cristiana-ortodossa, che l'ha intesa come l'ultima settimana prima della Grande Quaresima

“La settimana del burro”, “la settimana della carne-veloce”, la settimana in cui la carne è già vietata, ma possono ancora essere consumati burro, latticini, formaggi e sopratutto i tradizionalissimi pancakes, che, infatti, vengono consumati in grande quantità. Ed è per questo che prende questo nome, che tradotto sarebbe il nostro “martedì grasso”, giorno “grasso”, perchè  è permesso consumare una grande quantità di questo cibo.

Tornata attiva dopo la “Perestroika”, dato che durante i tempi sovietici le feste religiose erano state abolite, questa festa rappresenta per molti un vero e proprio momento di identità culturale.

Nelle piazze si balla e si cantano musiche popolari, si mangiano frittelle, gnocchi, torte di formaggio (ogni nazione ha la sua peculiarità) e ci si diverte, giocando a palle di neve o con lo slittino, sino al culmine della festa, dove una grossa effige viene bruciata, lasciando quello che è stato alla cenere per proiettarsi all'imminente futuro.

L'effige di Lady Maslentisa, che probabilmente raffigura Kostroma, la dea della fertilità, è realizzata interamente di paglia e viene bruciata la domenica che chiude la settimana. Essa è la vera protagonista di questa festa e ricorda molto il nostro “Re Carnevale”.

 

Contatti: Non esitare a contattarci

Via Innocenzo XII 46-48
Ariccia RM 00072

Contatti: Non esitare a contattarci