Extra

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 108

L'evoluzione della vita : Battiato ed il Banco del Mutuo Soccorso

Scritto da 

L’animo umano è il complesso turbinio dei mondi vissuti dall’uomo del passato. Attraverso il progressive rock e la musica sperimentale, alcuni artisti italiani, nello stesso anno, affrontarono la tematica dell’evoluzione della vita sulla Terra con due “album-concetto”.

Il 1972 fu un anno mistico per il progressive rock. Nel Regno Unito i Genesis stavano lavorando al concept album “Selling England by the pound”e i Gentle Giant pubblicavano già il loro concept album “Octopus” . In Italia, in quell’anno, vennero pubblicati due concept album progressive Rock che si rivelarono capolavori della formazione del Banco del Mutuo Soccordo e del genio dell’allora giovanissimo Franco Battiato. I due album, pubblicati l’uno a pochi mesi dall’altro, portavano rispettivamente i nomi “Darwin!” e “Pollution”, due opere collegate tra loro, oltre che per il genere musicale e la sperimentazione elettronica, per un comune fine: raccontare l’Uomo dalla sua origine alla sua fine, la sua storia come se fosse la storia di uno solo, e la sua degenerazione sotto il falso sentiero progresso e della civilizzazione.

Darwin!” fu il secondo album del gruppo italiano, e ad oggi è considerato uno dei loro migliori lavori. E’ una creazione mitopoietica, un viaggio suggestivo attraverso atmosfere primordiali, suoni e visioni della preistoria, in cui, attraverso sette monumentali brani, sono evocati i movimenti dei dinosauri e la faticosa nascita dell’Uomo.

La storica formazione musicale “Banco del Mutuo Soccorso” è famosa in tutto il mondo ed è originaria dei Castelli Romani, precisamente di Marino. Francesco Di Giacomo e Vittorio Nocenzi diedero vita al progetto in una sala prove che chiamavano “stalla”: in effetti era una vecchia stalla ristrutturata, al centro storico di Marino. L’anno scorso la band ha annunciato la fine della sua attività con un (forse) ultimo Live a Stazione Birra (a Ciampino, vicino Roma). Il leader vocale del gruppo, Di Giacomo, ha annunciato che le sue condizioni di salute non gli permettono più di sostenere esibizioni dal vivo.

I Banco del Mutuo Soccorso hanno avuto una produzione vasta, che ha spaziato in diversi generi musicali. Se “Darwin!” vi sembra troppo “progressive” , provate ad ascoltare “Non mi rompete” dall’album del 1973 “Io sono nato libero” , scoprirete la grande versatilità di quest’orgoglio italiano, facendovi cullare dalla dolcezza del brano (attenzione alla sorpresa nella seconda metà del brano!!).

Pollution” non diede a Franco Battiato una soddisfazione immediata. L’album fu composto ed eseguito quasi totalmente da lui, con l’uso (per l’epoca, geniale) del sintetizzatore. Anche questa è un’opera mitopoietica che prende ispirazione dalle atmosfere de “Il mondo nuovo” di Aldous Huxley, e che Battiato disse di voler dedicare al Centro Internazionale di Studi Magnetici. L’atmosfera che prevale è quella della distopia, di un mondo futuro manovrato dall’eugenetica e dal controllo mentale, che, inevitabilmente, porterà l’Uomo alla sua distruzione.

Tutto il concept-album è caratterizzato dalla presenza del “backmasking”, messaggi codificati dell’autore udibili solo se il brano è riprodotto al contrario. Sono particolarmente interessanti quelli presenti nella terza traccia dell’album “Areknames”.

Uno dei primi brani in cui fu segnalato un presunto messaggio inserito in backmasking è stato Revolution 9 dei Beatles. Il messaggio ascoltato al dritto ripeteva in continuazione "Number nine, Number nine..." (che tradotto, vuol dire: "numero nove, numero nove..."). Ascoltato al contrario, invece, il messaggio era "Turn me on, dead man..." ("eccitami uomo morto").

Franco Battiato è solito scrivere testi con messaggi da decodificare e con il backmasking. Dopo aver iniziato una grande collaborazione con il filosofo Manlio Sgalambro, nei tardi anni ’90, Battiato compose un inedito dal titolo “Shock in my town” (lo propose addirittura al pubblico di Sanremo ’99. Incredibile vero?!). 

Ecco qua il video ufficiale, e provate ad individuare dov’è il backmasking!

 

Walter A. Canu

Ultima modifica il Sabato, 20 Aprile 2013 10:04

Lo spazio di attualità, cultura, approfondimento e cultura del liceo Foscolo.